Tumori, nascono in Sicilia due centri di diagnostica molecolare avanzata

IMG-20161122-WA0000Nascono a Palermo e Catania due centri di diagnostica molecolare avanzata per i tumori. Grazie al supporto della medicina di precisione, ovvero quella scienza che sfrutta le tecnologie più innovative della genomica, i due laboratori saranno in grado i tratti genetici dei tumori e degli individui, al fine di offrire terapie quanto più possibile mirate in base alle specificità molecolari delle patologie. “Oggi la Sicilia si allinea alle realtà oncologiche più avanzate d’Italia grazie alle risorse messe a disposizione da questo assessorato, con l’obiettivo di offrire stabilmente, nell’ambito della rete oncologica regionale, due strutture in grado di individuare nei pazienti affetti da tumori il regime terapeutico più efficace, con l’ulteriore vantaggio di ridurre la spesa farmaceutica e innalzare la qualità dell’offerta sanitaria per questi malati”, afferma Baldassarre Gucciardi, assessore alla Salute della Regione Siciliana. Il primo sarà denominato “Centro di Genomica dei Tumori: diagnosi molecolare e terapie di precisione ”, sorgerà presso il Policlinico Universitario “Paolo Giaccone” di Palermo e sarà diretto dal professore Giorgio Stassi, da anni impegnato nella lotta ai tumori e pioniere degli studi sulle cellule staminali tumorali. “Nell’ambito di questa unità – Stassi sottolinea – si riuniranno figure professionali formate sull’impiego delle tecniche più avanzate nel campo della genomica e della diagnostica molecolare. Si potranno avere a disposizione nuove opzioni di cura per i pazienti refrattari alle terapie standard, con un più rapido adattamento al protocollo terapeutico”. L’altra unità che avrà sede in Sicilia orientale sarà denominata “Centro di Oncologia ed Ematologia Sperimentale”, collocata all’interno del dipartimento di Oncologia del Policlinico Universitario “Vittorio Emanuele” di Catania e diretta dal professore Paolo Vigneri,  docente di oncologia dell’ateneo catanese, nonché uno dei massimi esperti nella diagnostica molecolare dei tumori solidi ed ematologici. I due centri, in collaborazione con gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) riuniti nella rete degli IRCCS oncologici del Ministero della Salute, coordinata dal prof. Ruggero De Maria, ottimizzeranno i percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali della Regione attraverso un iter di finanziamento che si concluderà prima del nuovo anno. De Maria – noto ricercatore siciliano di rilievo internazionale – sottolinea “il carattere innovativo di questa tappa siciliana nella lotta contro i tumori, evidenziando come questa iniziativa metta la nostra Regione al passo con i migliori centri oncologici nazionali e al contempo costituisca un volano per le imprese che vogliano investire sull’innovazione biotecnologica in Sicilia”. L’attività riguarderà principalmente il cancro del polmone e del colon-retto, le prime due cause di morte per tumore in Sicilia, successivamente si opererà su tutti i maggiori tumori. L’istituzione di questi due centri consentirà di migliorare le terapie oncologiche, sia con un più accurato impiego delle terapie attualmente disponibili, sia per la possibilità di far accedere i pazienti siciliani alle terapie sperimentali più avanzate. Il lavoro dei due centri sarà infatti coadiuvato dalla rete nazionale degli IRCCS che faciliterà l’accesso dei pazienti affetti da tumori ritenuti incurabili agli studi clinici più innovatiti, cioè ai farmaci di domani.

Fonte: Repubblica.it

Tumori, nascono in Sicilia due centri di diagnostica molecolare avanzata ultima modifica: 2017-02-23T15:14:37+00:00 da admin

Lascia un commento